Home > Uncategorized > LA SCALATA IMPOSSIBILE

LA SCALATA IMPOSSIBILE


Dalla lettura di un libro…
…Nel 1939 un miliardario americano chiamato Dudley Wolfe partì alla volta dell’Himalaya, deciso a scalare il K2, la seconda vetta più alta della Terra, per molti la più difficile: una montagna aspra e inospitale, destinata solo a pochi alpinisti esperti e determinati.
Nonostante i limiti fisici, l’età e l’inesperienza in alta quota, Wolfe diede grande prova di coraggio e, insieme ai membri della spedizione capitanata da Fritz Wiessner, continuò a salire anche quando le forze lo stavano abbandonando.
Ma poi accadde il peggio. Wolfe, stremato nel corpo e nello spirito, non riuscì più a proseguire la scalata, né a tentare la discesa.
Per una serie di circostanze, i suoi compagni furono costretti ad abbandonarlo a 7500 metri d’altezza.
Sessantatré anni dopo, Jennifer Jordan, impegnata in alcune ricerche sul K2, scopre i resti dell’esploratore.
Decide quindi di raccontare la storia inverosimile di un uomo e la sua impresa grandiosa che dai salotti dell’alta società, alla vigilia della seconda guerra mondiale, lo ha portato fino alle gelide vette di una montagna splendida, inviolabile e maestosa…..
…. Potrei anche raccontare la storia di Richard Brenson, in particolare del suo tentativo di attraversare l’Oceano in Catamarano…. tentativo fallito una volta e riuscito la seconda…. come potrei anche raccontare la storia di Steve Whynn (proprietario dei piu’ famosi alberghi a Las Vegas ed in altre parti del mondo) di come, rimasto senza soldi… dopo aver tentato e fallito… oggi e’ uno dei proprietari di albergo piu’ famosi al mondo…
Sicuramente quello che tutti vedono, sentono o ascoltano in queste storie, e’ il lieto fine o la tragedia…
E’ sempre interessante sapere la fine. Dal finale decidete se e’ una cosa fattibile per voi oppure no… a volte! Oppure decidete se catalogare la storia come una bella storia… a volte! Oppure decidete di esprimere un parere dicendo …:- che grande uomo-: … a volte!…. Eppure, se vi fermate un istante e riflettete c’e’ dell’altro.

Quante volte avete immaginato di essere l’eroe di una grande storia? Quante volte avete sognato di essere un grande avventuriero o un grande attore/attrice o personaggio famoso… e quante volte avete sognato di essere un uomo o una donna economicamente indipendente, ricco o ricca? …..Quanti hanno veramente creduto in un sogno e l’hanno “materializzato”? ….
Spesso, qualcuno si lamenta di non essere o non avere quello che vorrebbe… e lo sentite e vedete lamentarsi della politica, dello stato, della scuola, delle religioni, del governo, del tempo, … della societa’… e del futuro che ormai, secondo lui, e’ inesistente. Questo qualcuno non riesce piu’ a vedere e provare sentimenti o sentire voci per il futuro! …. Spesso si racconta..:- e domani chissa’ … e’ inutile fare progetti… tanto chissa’ se ci saro’!!!-:… E questo stato di cose determinano il suo destino… quello che si racconta determina le sue scelte… e comunque vada, queste scelte determinano il suo futuro… Si scrive la sua storia… E’ lui a mettere i contenuti. E’ lui a fare le sue visioni. Ed e’ sempre lui a mettere in atto quei comportamenti che lo porteranno alla realizzazione del suo stato d’animo; di quello che vede… di quello che sente per lui…. Pensate! Ogni giorno abbiamo la possibilita’ di scrivere la nostra storia… Ogni giorno aggiungiamo un piccolo capitolo al nostro racconto… e ci accorgiamo che la nostra vita e’ “Qui’ ed Ora” un attimo dopo che e’ passato un attimo… Io imparo grandi lezioni dalla mia vita ed ogni giorno imparo dalle esperienze degli altri e ne faccio tesoro…
L’uomo tende a pensare solo a cose belle… anche il cervello umano immagazzina i ricordi privilegiando quelli piu’ belli, quelli che offrono le migliori sensazioni… e quindi tende a compiere azioni che, secondo lui, hanno la maggior certezza di un risultato positivo ed atteso…
Una verita’ rimane comunque assoluta nelle storie di vita, come tutte le verita’, perche’ sono vere!!!
…L’uomo ricorda i grandi uomini per le loro grandi imprese…. e le grandi imprese le compiono quegli uomini che che vivono il Qui’ ed Ora per un grande scopo…per un grande disegno… per una grande passione… e come
Tiziano Terzani, grande scrittore e Giornalista ci insegna che la vita e’ come una giostra e che ogni anno e’ come un altro giro di giostra …..dicendo:- e quando ti trovi di fronte ad una scelta, ad una strada …. prendi sempre quella in salita…. perche’ comunque ti troverai meglio…-:….,
e Steve Jobs, CEO e fondatore della Appe ci ricorda:- …Siate affamati…. siate folli…-: … Io, in questo contesto di grandi “mentori” posso solamente dedurre ed aggiungere:-…… Solo i folli compiono certe imprese!…… Solo un folle fa scelte folli !! …..E solo le scelte scrivono il nostro racconto… -:
Riccardo Proetto
Facebook
Twitter
More...

Advertisements
Categorie:Uncategorized
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: